Il nuovo processore Snapdragon 820

Qualcomm Snapdragon 820 è stato ufficialmente presentato nella giornata di ieri. È stato realizzato con l’obiettivo di essere installato su quasi tutti i top di gamma del 2016 e costituisce uno dei processori più potenti di sempre. Vediamo quali sono le sue caratteristiche tecniche, scoprendo perché questo chip è stato così atteso da tutti gli appassionati del mondo dei dispositivi mobili Android.

Snapdragon 820 potrebbe aiutare Qualcomm a tornare sulla cresta dell’onda nel settore dei processori. Il chip vuole rappresentare un punto di rottura rispetto al precedente 810, poco apprezzato dal pubblico a causa di un’efficienza inferiore di quella auspicata e di forti problemi di surriscaldamento. Il SoC è fornito di una CPU a quattro core di marca Kyro, funzionante a 64 bit e dotata a sua volta di una velocità di clock che raggiunge i 2,2 GHz. Le prestazioni appaiono nettamente superiori rispetto a quelle della versione precedente e questo sembra un miracolo. Funziona in collaborazione con una scheda grafica Adreno 530. Anche in questa circostanza, abbiamo a che fare con un evidente passo avanti rispetto al precedente 430, poco apprezzato dagli utenti. Le prestazioni complessive dei video aumentano fino al 40 per cento, con immagini di qualità molto elevata e dall’indubbia nitidezza, anche in condizioni di luminosità avverse.

snapdragon 820

Ma i punti di forza di Qualcomm Snapdragon 820 non sembrano limitarsi ad un aumento della potenza. L’apparecchio dovrebbe coniugare a tali prestazioni un aumento dell’autonomia, con consumi sempre più ridotti grazie al DSP (Digital Signal Processor) Hexagon 680. È proprio quest’ultimo a rappresentare uno degli elementi insostituibili del processore grazie alla sua capacità di tenere sotto controllo le prestazioni e i consumi di video, audio e immagini di ogni genere. La durata della batteria non diminuisce neanche in caso di utilizzi prolungati e pericolosi, come ad esempio il riconoscimento della posizione quando non è in funzione il GPS.

Qualcomm Snapdragon 820 è predisposto per la connettività in 4G LTE categoria X12, con la possibilità di aggiornarla fino alla X13. Inoltre, il processore funziona perfettamente anche per le reti WiFi di ultimissima generazione, come la 802.11 e la 802.11ac. Il chip è in grado di supportare fotocamere interne fino a 28 megapixel e a registrare e proiettare video in 4K. Il prodotto è compatibile con la memoria flash UFS 2.0 o eMMC 5.1. Inoltre, è predisposto perfettamente per la ricarica tramite Quick Charge 3.0, che è quattro volte più rapida di una carica tradizionale e del 38 per cento superiore se paragonata alla Quick Charge 3.0.

Snapdragon 820 dovrebbe alimentare la maggior parte dei dispositivi mobili nel 2016 e potrebbe anche rappresentare il ritorno di Qualcomm su un device Samsung. Infatti, il chip dovrebbe essere installato in una delle due varianti del Samsung Galaxy S7. Mettendolo a confronto con il precedente 810, si notano netti passi avanti. A partire dall’inizio del prossimo anno ne sapremo di più.

Fonte : Gsmanera

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. più info

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi